Dal 1945 al Vostro Servizio

La storia della Carrozzeria Ferrari inizia nel 1945, quando Antonio Ferrari inizia l’attività di Carrozziere,  in Via Biancardi a Lodi, nelle autorimesse dell’ Avv. Castellotti, padre del grande Pilota di F1, Eugenio.

Dal 1957 si trasferisce nella sede attuale di Viale Rimembranze, vicinissima al centro storico della città, ampliando la gamma dei servizi  e specializzandosi nella riparazione di Auto, Autocarri e Bus.

Nel 1960, alla morte del titolare Antonio, la moglie Irma prosegue nell’attività sino al 1975, anno in cui il figlio Paolo subentra nel ruolo di Titolare.

Fin dagli inizi dell’attività, si è sempre posta la massima attenzione all’utilizzo delle più moderne tecnologie, implementando nella struttura un nuovo forno di verniciatura, un banco di riscontro con dime universali e, a partire dal 2006, piani aspiranti di nuova generazione per la preparazione alla verniciatura dei veicoli in riparazione.

Anche lo stabile è stato negli anni ristrutturato esternamente ed internamente, creando spazi più ampi per la lavorazione ed un nuovo ufficio per l’accettazione.

La Carrozzeria è specializzata nella riparazione e personalizzazione di Autoveicoli e Furgoni Multimarca, ha ottenuto nel 2008 la qualifica di Centro Autorizzato Ford Service, ed esegue inoltre lavorazioni quali verniciatura di particolari di arredo, oggettistica, cicli e motocicli e componenti meccanici.

In questi 70 anni si è sempre posta grande attenzione al progresso e all’innovazione, cercando di non dimenticare la tradizione dell’ “Artigiano Carrozziere”, nel rispetto dell’ambiente, utilizzando vernici all’acqua e tecniche di smaltimento conformi alle vigenti leggi.

Di pari passo con le innovazioni strutturali, tecnologiche e la continua formazione del proprio personale,  anche la gamma dei servizi al cliente si è ampliata, includendo ad oggi, software per la preventivazione, assistenza e consulenza nelle pratiche relative al sinistro, interfaccia con le assicurazioni e vettura sostituiva.

L’azienda tutt’oggi è sotto la guida di Paolo e la tradizione proseguirà nel prossimo futuro con il figlio Lorenzo.